domenica 13 agosto 2017

Vaticano
(a cura Redazione "Il sismografo")
Domenica 6 agosto 2017
 *** L'Angelus di Papa Francesco
- "Trasformati dalla presenza di Cristo e dall’ardore della sua parola, saremo segno concreto dell’amore vivificante di Dio per tutti i nostri fratelli, specialmente per chi soffre"
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
In questa domenica, la liturgia celebra la festa della Trasfigurazione del Signore. L’odierna pagina evangelica racconta che gli apostoli Pietro, Giacomo e Giovanni furono testimoni di questo avvenimento straordinario. Gesù li prese con sé «e li condusse in disparte, su un alto monte» (Mt 17,1) e, mentre pregava, il suo volto cambiò d’aspetto, brillando come il sole, e le sue vesti divennero candide come la luce. Comparvero allora Mosè ed Elia, ed entrarono in dialogo con Lui.
A questo punto, Pietro disse a Gesù: «Signore, è bello per noi essere qui! Se vuoi, farò qui tre capanne, una per te, una per Mosè, una per Elia» (v.4). Non aveva ancora terminato di parlare, quando una nube luminosa li avvolse.
(Testo)
*** Messaggio del Cardinale Segretario di Stato, a nome del Santo Padre, ai giovani riuniti a Yogyakarta (Indonesia) in occasione della VII Giornata Asiatica dei Giovani 
Pubblichiamo di seguito il testo del Messaggio che il Cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin ha inviato, a nome del Santo Padre Francesco, ai giovani che prendono parte a Yogyakarta, in Indonesia, alla VII Giornata Asiatica dei Giovani, (AYD 2017), sul tema “Gioventù asiatica gioiosa: vivere il Vangelo nell’Asia multiculturale!”:
Messaggio

Lunedì 7 agosto 2017
*** Il cordoglio del Santo Padre per le vittime dell’attacco nella chiesa cattolica di Saint Philip di Ozubulu (Nigeria)
Pubblichiamo di seguito il telegramma di cordoglio per le vittime dell’attacco nella chiesa cattolica di Saint Philip di Ozubulu (Nigeria), avvenuto ieri durante la Messa del mattino, inviato dal Cardinale Segretario di Stato, Pietro Parolin, a nome del Santo Padre:
Telegramma:
The Right Reverend Hilary Paul Odili Okeke
Bishop of Nnewi
Deeply saddened to learn of the loss of life and injury following the violent attack in Saint Philip’s Catholic Church, Ozubulu, His Holiness Pope Francis extends heartfelt condolences to you and to all the faithful of the Diocese of Nnewi, in particular the families of the deceased and all those affected by this tragedy. Upon the entire Diocese, His Holiness willingly invokes the divine blessings of consolation and strength.
Cardinal Pietro Parolin
Secretary of State

Martedì 8 agosto 2017 
*** Ricordo del teologo argentino Rafael Tello nel centenario della nascita. Dove la fede ha un colore speciale 
Un profilo spirituale. Per ricordare il primo centenario della nascita del teologo argentino Rafael Tello (1917-2002), pubblichiamo la prefazione al libro di Enrique Ciro Bianchi, "Introduzione alla teologia del popolo. Profilo spirituale e teologico di Rafael Tello" (Bologna, Emi, 2015) scritta da Jorge Mario Bergoglio. Si tratta del testo che l’arcivescovo di Buenos Aires pronunciò il 10 maggio 2012 nella Facoltà di Teologia della Pontificia Universidad Católica Argentina per presentare l’edizione originale del volume.
(Jorge Mario Bergoglio) La storia ha le sue ironie. Questa è la prima volta che vengo alla Facoltà di Teologia (non mi sono laureato qui). E vengo a presentare un libro sul pensiero di un uomo che è stato allontanato da questa Facoltà. Cose della storia. Dio sa come raddrizzare i torti: quella stessa gerarchia che a un certo punto aveva creduto opportuno allontanarlo, oggi dice che il suo pensiero è valido. Più ancora, è stato fondamento del lavoro evangelizzatore in Argentina. Voglio ringraziare Dio per questo.
L'Osservatore Romano
 
Mercoledì 9 agosto 2017
*** L'Udienza generale di Papa Francesco
- "Dio regala la missione più bella del mondo, vale a dire l’amore per i fratelli e le sorelle, e l’annuncio di una misericordia che Lui non nega a nessuno"
 Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Abbiamo sentito la reazione dei commensali di Simone il fariseo: «Chi è costui che perdona anche i peccati?» (Lc 7,49). Gesù ha appena compiuto un gesto scandaloso. Una donna della città, conosciuta da tutti come una peccatrice, è entrata in casa di Simone, si è chinata ai piedi di Gesù e ha versato sui suoi piedi olio profumato. Tutti mormorano: se Gesù è un profeta, non dovrebbe accettare gesti del genere da una donna come quella. Secondo la mentalità del tempo, tra il santo e il peccatore, tra il puro e l’impuro, la separazione doveva essere netta.
Ma l’atteggiamento di Gesù è diverso. Fin dagli inizi del suo ministero di Galilea, Egli avvicina i lebbrosi, gli indemoniati, tutti i malati e gli emarginati. Un comportamento del genere non era per nulla abituale, tant’è vero che questa simpatia di Gesù per gli esclusi, gli “intoccabili”, sarà una delle cose che più sconcerteranno i suoi contemporanei.
*** Papa Francesco sulla nuova strage di cristiani in Nigeria
- "Non si ripetano più crimini così vergognosi, perpetrati in luoghi di culto"
Ecco le accorate parole di Papa Francesco oggi al termine dell'Udienza generale nella'Aula Paolo VI:
“Sono rimasto profondamente addolorato dalla strage avvenuta domenica scorsa in Nigeria, all’interno di una chiesa, dove sono state uccise persone innocenti. E purtroppo stamattina è giunta notizia di violenze omicide nella Repubblica Centrafricana, contro le comunità cristiane. Auspico che cessi ogni forma di odio e di violenza e non si ripetano più crimini così vergognosi, perpetrati in nei luoghi di culto, dove i fedeli si radunano per pregare. Pensiamo ai nostri fratelli e sorelle della Nigeria e della Repubblica Centrafricana. Preghiamo per loro, tutti insieme: Ave o Maria …”.
***
Durante la celebrazione della messa, domenica scorsa, nella chiesa cattolica di Saint Philip a Ozubulu (sud-est della Nigeria), è avvenuta una carneficina. Alcuni uomini armati hanno fatto irruzione nell’edificio e hanno iniziato a sparare sui fedeli. L’ultimo bilancio fornito dalle autorità è di 12 morti y moltissimi feriti. In un telegramma inviato a nome del Papa al vescovo di Nnewi, Paul Odili Okeke, il segretario di stato, cardinale Pietro Parolin, ha espresso solidarietà a tutti coloro che sono colpiti dalla tragedia. Papa Francesco — si legge nel testo — è «profondamente rattristato nell’apprendere la perdita di vite e i ferimenti causati dal violento attacco nella chiesa cattolica di Saint Philip a Ozubulu». Il Pontefice «estende le sue sentite condoglianze a tutti i fedeli della diocesi di Nnewi, in particolare alle famiglie dei morti e a tutti coloro che sono stati colpiti dalla tragedia». Per l’intera diocesi, il Papa «invoca la benedizione divina della consolazione e della forza».
Sabato 12 agosto 2017
*** Papa: giovani speranza della Chiesa, partecipate al Sinodo!
“Cari giovani, voi siete la speranza della Chiesa. Come sognate il vostro futuro? Partecipate al #sinodo18!”. E’ il tweet di Papa Francesco pubblicato sul suo account Twitter @Pontifex nell’odierna Giornata Internazionale Onu della Gioventù. Nel tweet, il Papa richiama con un link il questionario on line rivolto ai giovani di tutto il mondo fra i 16 e i 29 anni, affinché possano far sentire la propria voce in vista del Sinodo che, nell’ottobre del 2018, vedrà i padri sinodali di tutto il mondo riunirsi sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”.
Lo scorso 13 gennaio, in occasione della presentazione del Documento Preparatorio del prossimo Sinodo, Papa Francesco aveva scritto una lettera ai giovani di tutto il mondo. “Un mondo migliore – si legge nel messaggio – si costruisce anche grazie a voi, alla vostra voglia di cambiamento e alla vostra generosità. Non abbiate paura di ascoltare lo Spirito che vi suggerisce scelte audaci, non indugiate quando la coscienza vi chiede di rischiare per seguire il Maestro”. La Chiesa, sottolinea Papa Francesco nel documento, “desidera mettersi in ascolto della vostra voce, della vostra sensibilità, della vostra fede; perfino dei vostri dubbi e delle vostre critiche. Fate sentire il vostro grido, lasciatelo risuonare nelle comunità e fatelo giungere ai pastori”.
Radio Vaticana

Tweet della settimana
- "La speranza è la virtù di un cuore che non si chiude nel buio, non si ferma al passato, ma sa vedere il domani." (domenica 6 agosto 2017)
- "Il perdono libera il cuore e permette di ricominciare: il perdono dà speranza, senza perdono non si edifica la Chiesa." (lunedì 7 agosto 2017)
- "Oggi rendiamo gloria al Padre per l’opera che san Domenico compì, al servizio del Vangelo predicato con la parola e con la vita." (martedì 8 agosto 2017) 
- "Nella testimonianza della fede non contano i successi, ma la fedeltà a Cristo." (mercoledì 9 agosto 2017)
 - "Gesù non ci lascia soli perché siamo preziosi per Lui." (giovedì 10 agosto 2017)
- "Quando noi abbiamo qualche cosa che ci fa soffrire, ascoltiamo la voce di Gesù nel cuore: “Non avere paura, vai avanti! Io sono con te!” (venerdì 11 agosto 2017)
- "Cari giovani, voi siete la speranza della Chiesa. Come sognate il vostro futuro? Partecipate al #sinodo18! http://goo.gl/WghUvl " (sabato 12 agosto 2017)